19 Dicembre 2007 Leggi di più →

SMILE 2006, primo workshop mondiale sulla formazione a distanza

Definita in via ufficiale l’agenda di SMILE 2006, primo workshop mondiale sulla formazione a distanza in campo medico, al via il 14 settembre nella splendida cornice del borgo marinaro di Sestri Levante e organizzato da AMEE (Association for Medical Education in Europe, www.amee.org), una delle principali associazioni internazionali operanti nella formazione medica con oltre 2000 professionisti da oltre 50 paesi, insieme con Giunti Labs (www.giuntilabs.com), società di Giunti Editore, leader europea nella produzione di tecnologie e servizi per l’eLearning. Il programma. L’evento prenderà il via con una conferenza plenaria dedicata alla situazione attuale nel campo della formazione a distanza in campo medico, con gli interventi di David Cook della Mayo Clinic, di Allison Rossett della San Diego State University e di Fabrizio Cardinali, CEO di Giunti Labs e vicepresidente di eLIG, eLearning Industry Group. Sarà quindi la volta di un set di workshop paralleli, condotti rispettivamente da David Davies dell’Università di Birmingham (Efficacia dell’approccio eLearning), da Allison Rossett (Il mondo degli instructional designer, le nuove figure responsabili della creazione dei contenuti formativi multimediali), da Peter Green di MedBiquitous (L’importanza degli standard eLearning) e da Alessandro Buttà di Giunti Labs (I contenuti eLearning nella formazione medicale). Nel pomeriggio si terrà un’altra conferenza plenaria, in cui si passerà dalla teoria alla pratica, con la presentazione di casi reali di applicazione di tecnologie eLearning in campo medico: John Taylor parlerà dell’iniziativa R-ITI (Radiology Integrated Training Iniziative), in cui il Sistema Sanitario Inglese ha previsto l’utilizzo della formazione a distanza per integrare e supportare il training dei radiologi del Regno Unito, Barbara Alessandrini di IZS (Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Teramo) fornirà ragguagli sull’uso della FAD in campo veterinario, soprattutto nella prevenzione dei rischi di una pandemia, ed infine Marianne Falck di AstraZeneca offrirà il punto di vista di una grande casa farmaceutica. Il giorno seguente vi sarà un’altra serie di workshop paralleli che affronteranno le possibilità offerte dalle nuove tecnologie in campo formativo (per esempio Blog e Wikies, con John Sanders dell’Università di Leeds, il Mobile Learning e l’utilizzo di “computer indossabili” con Giancarlo Bo). La plenaria finale getterà un occhio sul futuro: sarà la volta di Ronald Harden di IVIMEDS (International Virtual Medical School, il primo metacampus virtuale di scuole ed enti formativi in campo medico) e di Jeff Merrimann, Direttore del Progetto OKI (Open Knowledge Initiative) del MIT, Massachussets Institute of Technology. Un evento ricco, quindi, e di elevata qualità contenutistica, che si rivolge a tutti coloro che operano strategicamente, in ambito medicale, nel campo della formazione e dell’accrescimento delle competenze come valore competitivo aziendale, e a chi vuole cogliere ed implementare le opportunità offerte dal mercato dell’eLearning, con particolare riguardo ai nuovi strumenti tecnologici.



Fonte: Yahoo health

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato in: News
220 visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *