19 Dicembre 2007 Leggi di più →

SALUTE: CINQUEMILA MORTI L’ANNO PER “ERRORI DI DECISIONE”

(AGI) – Roma – Non basta essere bravi medici per evitare gli errori: sono addirittura cinquemila le morti ogni anno provocate da "errori di decisione", errori cioe’ non dovuti a negligenza, a incompetenza o a mancanza di conoscenze tecniche ma alla fallibilita’ del ragionamento umano. Errori quindi dovuti a decisioni spesso affrettate.
Gli esperti li chiamano errori "cognitivi" che possono pero’ essere evitati attraverso la formazione ad hoc di medici e personale non medico, un lavoro in equipe per discutere quale decisione prendere rispetto alla patologia del malato ma anche attraverso la simulazione delle emergenze come avviene in aeronautica.
Lo hanno sottolineato gli esperti durante la presentazione al Cnr di Roma del volume "La dimensione cognitiva dell’errore in medicina" della Fondazione Smith Kline.
"Questi errori si verificano nel selezionare ed elaborare le informazioni rilevanti per prendere decisioni", ha detto Vincenzo Crupi, ricercatore del dipartimento di scienze della cognizione e della formazione dell’universita’ di Trento.
Le morti in ospedale causate da errori medici sono 32 mila ogni anno, il 2,5% del totale dei decessi, piu’ dei morti per incidenti stradali.
Inoltre si verificano altri 300 mila casi di danni alla salute, piu’ o meno gravi (circa il 4% del totale dei ricoveri) con un danno economico da errori pari a circa 260 milioni di euro all’anno solo per il prolungamento dei tempi di degenza e che molti errori, non avendo conseguenze manifeste e riconoscibili, non vengono individuati.
"I medici si affidano spesso a scorciatoie mentali che producono errori sistematici e prevedibili, con conseguenze rilevanti sulla pratica clinica", ha ricordato il professor Gian Franco Gensini, presidente della Fondazione Smith Kline e preside della facolta’ di medicina dell’universita’ di Firenze.
Per formare meglio la classe medica e prossimamente i laureandi affinche’ si evitino gli errori "cognitivi", partira’ a luglio proprio a Firenze il primo corso sulle "teorie della decisione medica" (e-learning) su oncologia, pneumologia e cardiologia.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato in: News
97 visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *