15 Novembre 2013 Leggi di più →

Volontariato: Aviat Onlus è alla ricerca di medici

15 novembre 2013

Salve, mi chiamo Sonia Bosio e faccio parte dell’associazione Aviat, una onlus impegnata in attività di aiuto al Togo.
Vi scrivo per chiedervi gentilmente una vostra collaborazione nel diffondere la seguente comunicazione a tutto il personale medico-infermieristico con cui siete in contatto, divulgandola, se possibile, con ogni mezzo a vostra disposizione(sit o web, email, contatto diretto, passaparola…).
AVIAT( Associazione Volontari Italiani Amici Togo), come potrete leggere dal nostro sito www.aviatonlus.altervista.org, è una onlus fondata nel 2005 per dare visibilità e organicità ad attività di aiuto ai poveri del Togo iniziate da oltre 20 anni.
Attualmente siamo ancora una piccola associazione, che pian piano si sta allargando e sta ottenendo sempre più visibilità, ma di progetti ne abbiamo realizzato molti: abbiamo già costruito due dispensari (e un terzo sta per essere completato), una struttura di accoglienza a Lomè, una moderna sala operatoria oculistica in un ospedale pubblico della capitale e recentemente un poliambulatorio con un riunito dentistico; abbiamo inviato numerosi container e organizzato varie missioni sanitarie.
Proprio per poter continuare a pianificare queste ultime, assicurando quindi aiuti costanti alla popolazione togolese, abbiamo necessità di reperire personale sanitario: cerchiamo medici e infermieri di ogni campo e specializzazione disposti a partire con noi nel 2014.
Le spese del viaggio e del permesso di soggiorno sono a carico del volontario che, durante l’intera missione, sarà ospitato presso la Casa degli Angeli, una nostra struttura situata a Lomè.
Si tratta di Volontariato puro.
Per arginare questi costi, sarebbe opportuno che tutti coloro che volessero partire con noi riuscissero a trovare un piccolo sponsor che gli finanzi la missione.
Vi sottolineiamo però che, essendo AVIAT una onlus, ogni spesa sostenuta che passi attraverso di noi (normalmente facciamo noi i biglietti aerei, i visti e le pratiche burocratiche) può essere detratta dall’IRPEF: per i privati in ragione del 19% fino a 2000€, per un libero professionista o un’impresa in ragione dell’aliquota maggiore per una spesa massima di 70.000€.

Per richiedere maggiori informazioni o per partecipare a questo nostro progetto, potete scriverci a:

Rodolfo Gambarin – victorneti@libero.it
Gian Franco Mirri (vice-presidente e responsabile sanitario) – grf.mirri@libero.it
Giuseppina Ruggiero – giuseppina.ruggiero@chiarasas.it Sonia Bosio – sonia_bosio@libero.it

Grazie infinitamente per la vostra attenzione.

Attendiamo con speranza vostre buone notizie.


Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato in: News
681 visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *