29 Aprile 2019 Leggi di più →

Sangue infetto, sacche non “tracciate”: risarcimento per un uomo di Cisterna

Tre trasfusioni su dieci  “non sono risultate controllate e tracciabili”. Il Tribunale di Roma ha condannato il Ministero della Salute a risarcire con 700.000 euro  i familiari di un uomo di Cisterna morto nel 2018 a seguito di un’infezione da epatite C.  L’uomo aveva iniziato la causa nel 2015, quando aveva scoperto di avere la malattia per le trasfusioni avvenute nel 1983 al “San Camillo” di Roma.

Leggi l’articolo:
Il Messaggero it
Sangue infetto, sacche non “tracciate”: risarcimento per un uomo di Cisterna

Latina Press
Trasfusioni di sangue infetto: risarcimento da 700mila euro per uomo di Cisterna

Radio Luna
700mila euro di risarcimento per un uomo di Cisterna contagiato da una trasfusione

Latina Quotidiano
Sangue infetto, 700mila euro di risarcimento per un uomo di Cisterna

Latina Today
Sangue infetto, paziente di Cisterna contagiato da epatite C: risarcimento da 700mila euro

h 24 Notizie
Epatite C a causa di una trasfusione: arriva il risarcimento per gli eredi di un uomo di Cisterna

Latina Corriere
Trasfusione di sangue infetto, 700mila euro di risarcimento a beneficio degli eredi di un uomo di Cisterna

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato in: Rassegna Stampa
134 visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *