19 Dicembre 2007 Leggi di più →

Proteste – Specializzandi di nuovo in piazza

Medici specializzandi, neolaureati e studenti del V e VI anno di medicina e chirurgia scenderanno in piazza venerdì prossimo a Roma per manifestare il loro dissenso.
L’appuntamento dei manifestanti è fissato per le ore 10 davanti alla sede del ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (Miur) a Piazzale J.F. Kennedy.

Alla base della protesta il bando di ammissione alle scuole di specializzazione per l’anno accademico 2005/2006 non ancora uscito.

Ma specializzandi, studenti e neolaureati scenderanno in piazza anche per chiedere all’Esecutivo che uscirà dalle prossime elezioni politiche l’applicazione integrale della legge 368/99, “con il giusto riconoscimento dei diritti lavorativi e delle garanzie formative”.
In particolare, gli specializzandi, ben 25 mila in Italia, chiedono al prossimo Governo
* l’impegno “a redigere, insieme ai rappresentanti della categoria, un contratto che regolamenti un’attività lavorativa di tipo subordinato, finalizzata alla formazione;
* il pieno riconoscimento dei diritti lavorativi (gravidanza, malattia, ferie), previdenziali (no alla gestione separata INPS) e una retribuzione adeguata all’impegno lavorativo al pari dei colleghi europei.
* Inoltre, la pubblicazione al più presto del bando di concorso per l’anno accademico 2005/06, già in grave ritardo, con il recupero dei mesi colpevolmente perduti dal ministero;
* la ripresa dei prossimi concorsi di ammissione con tempi e modalità regolari;
* il diritto alla rappresentanza negli organi della propria Università;
* l’attivazione dell’osservatorio nazionale e degli osservatori regionali sulla formazione medica specialistica”.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato in: News
88 visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *