13 Luglio 2013 Leggi di più →

Pediatria. Al via progetto educativo per tutelare la salute di bimbi e adolescenti

12 LUGLIO 2013

Potenziare i percorsi di conoscenza che consentano a bambini e ragazzi di condurre un’esistenza sana e di fare scelte salutari, difendere la salute materno-infantile, educare gli adulti alla genitorialità positiva, tutelare lo sviluppo non solo corporeo ma anche psichico, affettivo e sessuale, sensibilizzare i giovani alla tutela ambientale come elemento di prevenzione dei tumori infantili e formarli per essere consumatori attenti agli sprechi e consapevoli.
Sono questi gli obiettivi del progetto "Regaliamo futuro", presentato questa mattina nella sede del ministero della Salute di Lungotevere Ripa.
L’iniziativa è stata promossa dalla Società italiana di pediatria, dalla Società italiana di pediatria preventiva e sociale e dalla Federazione italiana medici pediatri, con il sostegno del Ministero della Salute.
I presidenti delle società pediatriche, nel corso della mattinata, hanno ricordato che sebbene l’Italia sia ai primi posti nel mondo per la qualità dell’assistenza pediatrica e neonatale, resta ancora fanalino di coda per quanto riguarda i fondi destinati alla prevenzione.
A fronte di una media europea del 2,9%, infatti, il nostro Paese fa registrare un dato che si ferma allo 0,5%.
La prevenzione significa spesso intervento sullo stile di vita, ed è stato calcolato come ogni miliardo di euro destinato ad essa consentirebbe di recuperarne tre nell’arco di 10 anni: insomma, guadagnare in termine di salute può far anche risparmiare.
Concretamente, gli obiettivi del progetto saranno perseguiti informando i genitori, attraverso la realizzazione di campagne educative e attività di sensibilizzazione dei ragazzi realizzate anche nelle scuole.
Il progetto si articolerà su nove aree tematiche dedicate, tra gli altri, a temi come l’alimentazione, la tutela dell’adolescenza e della maternità, e sarà veicolato grazie alla diffusione capillare sul territorio dei pediatri di famiglia, un sistema, hanno ricordato in conclusione i pediatri, unico al mondo.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato in: News
622 visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *