15 Giugno 2014 Leggi di più →

Nella Asl pontina manager o burocrati? Se lo chiede il segretario provinciale di Ugl Sanità

www.h24notizie.it Siamo stati alla finestra per molto tempo al fine di dare alla nuova dirigenza della ASL di Latina il tempo per affrontare e risolvere i problemi che attanagliano la sanità Pontina. La O.S. UGL Sanità dice basta ai continui tagli che si abbattano ogni anno in prossimità dell’estate ( non solo).

Riteniamo opportuno fare alcune riflessioni: • Ci avevano promesso una sanità più vicina alla popolazione e agli operatori • Ci avevano promesso stop ai tagli selvaggi • Ci avevano promesso una Sanità più efficiente ed efficace • Ci avevano promesso Manager con più competenze, e non Manager improvvisati • Ci avevano promesso una Sanità meno legata a corporativismi professionali e politici • Ci avevano promesso una sanità più snella e lineare Ad oggi ci ritroviamo ad avere: • Una sanità sempre più lontana dalle esigenze della popolazione e degli operatori • Una sanità in cui si taglia senza avere una idea di sistema • Una sanità sempre meno efficiente ed efficace • Una sanità con Manager che sembrano essere capitati per caso • Una sanità sempre più legata a corporativismi professionali e più che mai politici • Una sanità sempre più elefantiaca

Il tutto, in una provincia a forte vocazione turistica estiva, in cui la popolazione triplica se non quadrupla, i Nostri Manager che fanno? • Incominciamo a dire che se è da Manager oppure da Burocrati farsi ricattare da 2 Tecnici di laboratorio di Formia ( in malattia da 2 mesi) e non rispettare quando promesso • E’ da Manager oppure da Burocrati trasferire i Medici dal Punto di Primo Intervento di Priverno e lasciare la notte solo l’Infermiere a far che, o si lascia aperto oppure si chiude non ci sono soluzioni, anzi no adesso non si chiude più • E’ da Manager oppure da Burocrati Tagliare i posti letto nel periodo in cui la popolazione triplica per mandare in ferie il personale?, sai noi siamo una provincia turistica, con ben 160 km di litorale e con delle isole turisticamente molte frequentate

Ecco perché ci chiediamo, non sarebbe più opportuno avere più coraggio ed essere più efficaci e trasferire maggior risorse sia umane che tecnologiche in quei punti che per loro posizione strategica sono fondamentali, al fine di garantire i famigerati DEA tanto sventolati dai vari Governatori Regionali che si sono avvicendati nella Regione Lazio. Forse ci “Vorrebbe più Coraggio” sia da parte del Manager che dei politici tutti della Provincia a chiedere deroghe ad assumere al fine di rinforzare almeno i servizi dell’emergenza ospedaliera, e non finanziare solo l’impero “Romano”, in quanto esistono anche i cittadini della “Provincia di Latina.

Franco Carocci segretario provinciale Ugl Sanità

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato in: Rassegna Stampa
648 visualizzazioni

I Commenti sono chiusi