19 Dicembre 2007 Leggi di più →

L’incrocio a raso sulla Pontina deve essere sequestrato

…avvenuto sull’incrocio all’ingresso di “Nascosa” e “Nuova Latina”, dovrà inchiodare una volta per tutte dinanzi le proprie responsabilità i gestori della detta strada.
Quante altre tragedie dovremo altrimenti attendere prima che si metta in sicurezza questo maledetto incrocio.
Servirà ricordare che la scrivente Associazione ha denunciato ripetutamente e con vigore la pericolosità di questa strada senza tuttavia ricevere neppure un cenno di riscontro dai gestori tutti.
Ora, a prescindere dalla necessità indifferibile di mettere in sicurezza l’incrocio della morte, non potranno a questo punto più essere taciute le inerzie, le omissioni de L’ente gestore della strada va ritenuto responsabile di un sinistro stradale, delle tragedie che vi sono sottese, come qualunque utente della strada che alla guida del proprio veicolo commetta un’infrazione.
Le morti di nove persone, sono morti annunciate, prevedibile ed a maggior ragione evitabili, questo è il rammarico più grande, questa la beffa più assurda.
L’incrocio va posto quanto prima sotto sequestro, al fine di accertare le responsabilità di chi avendo l’obbligo giuridico di impedire certi eventi, ha lasciato invece che si consumassero.
I gestori faranno i conti con la propria coscienza, magari andando a ricercarsi ed a rileggersi alcune soltanto delle denunce di questo sodalizio troppo sbrigativamente archiviate, dovrà disperarsi dal rimorso di fronte a giovani vite che poteva e doveva preservare;
l’Associazione Europea Familiari e Vittime della Strada pretenderà di più, ovvero che si dia quanto prima il massimo impulso alle indagini da parte della magistratura per individuare quanto prima i responsabili di queste tragedie che bisognerà avere il coraggio di definire omicidio, se non addirittura strage.

Il Vice Presidente Nazionale e Presidente regionale Associazione europea familiari e vittime della strada

Giovanni Delle Cave

Via Macchia Grande 43
04010 Borgo Sabotino
tel.0773/648120 – fax 0773/404198
stradasicuralt@yahoo.it

Radio1 – La radio ne parla – 10 luglio 2006

Chi è Giovanni Delle Cave

Il 25 giugno del 2000 mio figlio Eros è morto sul lungomare di Latina investito da un’automobile con cinque extracomunitari ubriachi a bordo: è nato così il mio impegno associativo, per fare in modo che tragedie di questo tipo non accadano più.
Tra le mie manifestazioni più eclatanti di questi anni, c’è quella dell’incatenamento di fronte al Palazzo di giustizia di Latina, oppure una fiaccolata con 5.000 ragazzi per sensibilizzarli sul tema degli incidenti stradali.
Le mie battaglie hanno un duplice scopo.
Innanzitutto fare in modo che chi si rende protagonista di incidenti in stato di ebbrezza venga punito con sanzioni più dure, quasi esemplari, affinché altri vengano avvertiti del rischio di mettersi al volante ubriachi.
Inoltre, mi sto impegnando molto affinché si intervenga per migliorare le condizioni di viabilità della Pontina, una strada che si fregia del triste appellativo di "strada della morte".
Durante le campagne elettorali o subito dopo gravissimi incidenti, come quello che qualche mese fa ha visto un conducente viaggiare contromano per 13 chilometri e causare la morte di tre persone, tutti si agitano ad annunciare progetti di adeguamento.
Poi però non avviene niente, come per i cinque anni di Storace che pure aveva promesso di fare grandi cose.
Ora c’è Marrazzo, ed io gli ho già scritto per ricordargli il problema della Pontina.
Il nuovo presidente mi ha promesso un intervento il più presto possibile.
Noi aspetteremo, ma se per ottobre non sarà successo nulla, allora metteremo in atto quella forma di protesta che già altre volte abbiamo minacciato: una marcia a piedi da Latina a Roma sulla Pontina.

Rai Educational
Tutti i filmati disponibili on-line della Campagna di sicurezza stradale "Mettici la testa"

Associazione Europea Familiari e vittime della strada onlus

A.I.F.V.S. onlus (Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus)

F.E.V.R. (Federazione Europea delle Vittime della Strada)

A.S.A.P.S. (Associazione Sostenitori Amici Polizia Stradale)

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato in: News
162 visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *