28 Dicembre 2009 Leggi di più →

LE NUOVE REGOLE PER L’INVALIDITA’ CIVILE

 


La legge considera invalidi civili le persone che, a causa di una inabilità fisica, subiscono una riduzione delle loro capacità lavorative.
Sono compresi anche i minorenni e gli anziani che, pur non essendo in età lavorativa, vengano comunque limitati nelle loro attività.
Tutti hanno diritto ad un’indennità INPS , il cui importo cambia a seconda del tipo di invalidità e della sua gravità.
Non rientrano fra gli invalidi civili coloro che abbiano perso la loro efficienza fisica in seguito ad un incidente sul lavoro – Invalidi del lavoro – che ricevono un’indennità dall’INAIL.

LA DOMANDA
Dal 1° gennaio 2010 la domanda per accedere ad una pensione di invalidità andrà rivolta all’INPS.
Il certificato medico, che rappresenta l’inizio della pratica di invalidità civile, dovrà essere compilato e inviato all’INPS per via telematica dal medico certificatore (medico di medicina generale oppure medico del patronato o altro medico regolarmente iscritto all’Ordine). La procedura informatica produrrà un codice che sarà consegnato all’interessato e che varrà come ricevuta.
La domanda, invece, dovrà essere trasmessa all’INPS, sempre per via telematica, dall’interessato oppure tramite patronato, e dovrà essere accompagnata dal codice di cui sopra in modo da consentire l’abbinamento telematico tra il certificato medico e la domanda.
Sino ad oggi, invece, le domande andavano presentate all’azienda sanitaria competente per territorio.
Con il nuovo iter sarà l’INPS ad inviare, per via telematica, la domanda all’azienda sanitaria.
Sarà così creato un fascicolo elettronico per ciascuna domanda.

L’ACCERTAMENTO e LA VERIFICA
La data per la visita di accertamento del requisito sanitario della invalidità civile sarà fissata dall’azienda sanitaria.
La visita dovrà avvenire entro 30 giorni dalla presentazione della domanda comprensiva della documentazione. I tempi possono essere ridotti per condizioni di urgenza della patologia.
Un medico INPS farà parte quale componente effettivo nella commissione medica dell’Asl.
Se la Commissione darà giudizio favorevole si passerà immediatamente alla verifica dei requisiti socio-economici dell’interessato, in quanto la prestazione economica è soggetta a determinati limiti di reddito da verificare annualmente.

CONCESSIONE, RICORSI e TABELLE
La concessione delle provvidenze economiche dal 1° gennaio 2010 sarà di competenza dell’INPS ( prima era a carico della Regione ).
Gli eventuali ricorsi , nel caso di mancata concessione, dovranno essere presentati all’INPS.
Qualora nel corso del giudizio, un giudice dovesse nominare un consulente tecnico a questo sarà affiancato un medico dell’INPS.

CONTROLLI
Gli accertamenti dell’INPS si dividono in ordinari e straordinari.
Quelli ordinari vengono eseguiti su coloro che hanno sofferto di un’invalidità temporanea.
Quelli straordinari sono rappresentati da visite campione su chi ha un’invalidità permanente.

TEMPI
Le nuove norme dovrebbero modificare i tempi di concessione in circa 120 giorni rispetto gli attuali 360.

n. b. Con le nuove norme ( legge n. 102 del 3 agosto 2009 ) è stato previsto l’aggiornamento delle tabelle indicative delle percentuali di invalidità.

Elenco delle menomazioni sulla base della classificazione internazionale dell’organizzazione mondiale della sanità (O.M.S ).

La classificazione dell’O.M.S., concerne le conseguenze della malattia, rappresentate dal complesso della menomazione, disabilità ed handicap o svantaggio esistenziale tra loro in interrelazione funzionale (malattia – menomazione – disabilità – handicap) :

1 – MENOMAZIONI DELLE FUNZIONI INTELLETTIVE
10 – Menomazioni dell’intelligenza
11 – Menomazioni della memoria
12 – Menomazioni della capacità critica
13 – Altre menomazioni mentali
2 – ALTRE MENOMAZIONI DI FUNZIONI PSICHICHE
20 – Menomazioni della coscienza e della vigilanza
21 – Menomazioni della percezione e dell’attenzione
22 – Menomazioni delle funzioni emotive e volitive
23 – Menomazioni del comportamento
3 – MENOMAZIONI DEL LINGUAGGIO
30 – Menomazioni della funzione del linguaggio
31 – Menomazioni della fonazione
4 – MENOMAZIONI DELL’ORECCHIO
40 – Menomazioni della funzione uditiva
41 – Menomazioni dell’equilibrio di natura vestibolare
42 – Altre menomazioni dell’orecchio
5 – MENOMAZIONI DELL’OCCHIO
50 – Menomazioni della funzione visiva
51 – Altre menomazioni della vista e dell’occhio
6 – MENOMAZIONI VISCERALI
60 – Menomazioni della funzione cardio-respiratoria (corrisponde al 61 dell’OMS)
61 – Menomazioni della funzione gastro-intestinale (corrisponde al 62 dell’OMS)
62 – Menomazioni della funzione urinaria (corrisponde al 63 dell’OMS)
63 – Menomazioni della funzione riproduttiva (corrisponde al 64 dell’OMS)
64 – Menomazioni anatomo-funzionali degli organi interni (65 dell’OMS)
65 – Altre menomazioni degli organi interni (66 dell’OMS)
66 – Menomazioni degli organi sessuali (67 dell’OMS)
67 – Menomazioni della masticazione e della deglutizione (68 dell’OMS)
68 – Menomazioni dell’olfatto e di altre funzioni sensoriali (69 dell’OMS)
7 – MENOMAZIONI DELLA FUNZIONE MOTORIA E DELLA STRUTTURA SOMATICA
70 – Menomazioni del capo, collo, tronco (corrisponde alle voci da 70.1 a 70.5 e 70.7 dell’OMS)
71 – Menomazioni derivanti dallo sviluppo somatico e dal peso corporeo (70.6 dell’OMS)
72 – Menomazioni anatomo-funzionali degli arti (71 dell’OMS)
73 – Menomazioni neuro-motorie degli arti (72 – 73 – 74 dell’OMS)
74 – Menomazioni derivanti da perdite anatomiche a carico degli arti (da 75 a 79 dell’OMS)
8 – MENOMAZIONI DETURPANTI E/O DEFORMANTI
80 – Menomazioni deturpanti e/o deformanti del capo, collo e del tronco (80 – 83 dell’OMS)
81 – Altre menomazioni deturpanti e/o deformanti (da 84 a 87 dell’OMS)
82 – Orifizi anomali (88 e 89 dell’OMS)
9 – MENOMAZIONI GENERALIZZATE E ALTRE MENOMAZIONI
90 – Menomazioni multiple
91 – Menomazioni della continenza (91 dell’OMS)
92 – Menomazioni che richiedono strumenti elettromeccanici per la sopravvivenza (94.0 dell’OMS)
93 – Menomazioni generalizzate da malattie endocrine e/o metaboliche (da 92 in poi dell’OMS, escluso il 94.0)
Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato in: News
1.539 visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *