18 Settembre 2013 Leggi di più →

Internisti Usa, basta con check-up inutili agli adulti sani.

Gli internisti dovrebbero evitare di far effettuare alcuni test o procedure, che sono al contrario frequentemente richiesti pur non essendo sempre necessari.
Non è un invito, ma un vero e proprio "statement" quello rivolto ai colleghi dalla Society of general internal medicine (Sigm).
La società scientifica americana ha stilato un breve elenco di 5 raccomandazioni basate sull’evidenza, che rientrano nella più vasta campagna "Choosing wisely" (Scegliere saggiamente).

Eccole:

non consigliare le procedure di prova nel sangue capillare mediante lancetta nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 che non fanno uso di insulina;

non eseguire di routine controlli sanitari generali per adulti asintomatici;

non effettuare test di routine preoperatoria prima di interventi chirurgici a basso rischio;

non raccomandare lo screening di tumori in adulti con aspettativa di vita inferiore a 10 anni;

non inserire o lasciare posizionati cateteri centrali inseriti perifericamente per comodità del paziente o dei medici.

«I medici di medicina interna generale hanno un rapporto speciale a lungo termine con i loro pazienti» afferma Laurence F. McMahon, dell’University of Michigan Medical Center di Ann Arbor e chairman della commissione ad hoc "Choosing wisely" della Sgim.
«Il nostro obiettivo è quello di mantenere la salute e la funzionalità dei nostri pazienti, curare le loro malattie acute e croniche, e coordinare i trattamenti con altre specialità per conto dei nostri pazienti».
«Crediamo che gli internisti generali debbano svolgere un ruolo importante per aiutare i pazienti a prendere decisioni informate riguardo test e procedure che altrimenti potrebbero essere utilizzati troppo spesso» conferma Eric B. Bass, della Johns Hopkins University School of Medicine di Baltimora (Maryland) e presidente Sgim.
«La commissione» riprende McMahon «cerca infatti di identificare le aree in cui siamo in grado di coinvolgere i nostri pazienti in conversazioni allo scopo di migliorare il loro stato di salute attraverso questi ambiti di intervento».


Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato in: News
663 visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *