18 Giugno 2014 Leggi di più →

Accorpamenti dei reparti ospedalieri, Simeone presenta un’interrogazione a Zingaretti

www.latinanotizie.it “Ho presentato una interrogazione urgente in data odierna per sapere dal commissario ad acta della sanità del Lazio e presidente della Regione, Nicola Zingaretti, se è a conoscenza delle decisioni assunte dai vertici della Asl di Latina per far fronte alla carenza di personale e degli effetti che la riorganizzazione avrà sull’offerta sanitaria del territorio; se è a conoscenza degli effetti che la paventata riduzione dell’operatività dei punti di primo intervento avrà in termini di efficienza del servizio all’utenza; quali iniziative intenda intraprendere affinché vengano presi dei provvedimenti immediati per porre rimedio alla situazione sovraesposta e per garantire la piena operatività di tutti i reparti delle strutture sanitarie della provincia di Latina, già gravate dal ridimensionamento dei posti letto e dal taglio delle strutture, nonchè la tutela del diritto alla cura per i cittadini che, in queste condizioni e vista l’apertura della stagione turistica, sono privati di qualsiasi servizio e di qualsiasi forma di assistenza; se intende dare risposte concrete alla richiesta di n.75 unità cosi come da disposizioni del Direttore generale della Asl di Latina e quali misure intende assumere per far fronte alla gravissima carenza di medici, infermieri e tecnici presso le strutture ospedaliere della provincia di Latina che impedisce l’operatività dei reparti; se è a conoscenza del fatto che persiste, nonostante le molteplici segnalazioni ai livelli competenti da parte dei sindaci del territorio della provincia di Latina, una inadeguata risposta ai suoi bisogni di salute sia per l’emergenza urgenza, sia nella continuità assistenziale e quali sono le misure che intende adottare; se intende procedere ad una equiparazione della quota capitaria, che mostra un evidente disequilibrio, tra l’area romana e le province. A quanto apprendiamo, infatti, si procederà ad una riorganizzazione e all’accorpamento dei reparti con la conseguente riduzione dei posti letto per garantire la fruizione delle ferie estive al personale medico ed infermieristico. Apprendiamo con preoccupazione che, per garantire la fruizione delle ferie estive al personale, presso l’ospedale Santa Maria Goretti di Latina, solo per fare un esempio, si procederà con la riduzione dei posti letto in rianimazione da 16 a 10, da 34 a 22 quelli di chirurgia, da 21 a 12 in pediatria e da 21 a 16 in malattie infettive, da 21 a 17 in medicina post acuzie. Analoga preoccupazione riguarda la possibilità che venga ridotta l’operatività dei punti di primo intervento dalle 24 alle 12 ore. La soppressione dei presidi e dei posti letto, nonché l’emergenza costante dei pronto soccorso, impediscono di fatto l’erogazione di servizi efficienti, sia sul piano della qualità che della quantità. Questa Regione non ha messo in atto alcuna programmazione per far fronte alle esigenze delle strutture ospedaliere tanto che si continua a procedere con interventi a spot che non risolvono in alcun modo le criticità ed anzi le acuiscono”.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato in: Rassegna Stampa
733 visualizzazioni

I Commenti sono chiusi