19 giugno 2017 Leggi di più →

Medicine complementari, ma NON alternative. L’Ordine dei Medici di Latina aiuta a scegliere a ragion veduta

 

Il recente episodio  del decesso di un bambino trattato per otite solamente con prodotti omeopatici ci ha fatto riflettere sul comportamento di alcuni che ritengono sia giusto rifiutare il ricorso alla medicina “tradizionale” forse seguendo il ragionamento più complessivo di un rifiuto del mondo moderno così complesso e pieno di negatività, idealizzando il ritorno a un mondo “dolce” e “naturale”.

Posizioni “ideologiche” che coinvolgono a volte inconsapevoli minorenni e che impediscono di applicare a loro favore i prodotti di un mondo scientifico irrinunciabili purché  utilizzati a ragion veduta con l’aiuto di professionisti preparati e responsabili.

A tale riguardo ‘articolo 15 del Codice di Deontologia Medica così recita: “Sistemi e metodi di prevenzione, diagnosi e cura non convenzionali – Il medico può prescrivere e adottare, sotto la sua diretta responsabilità, sistemi e metodi di prevenzione, diagnosi e cura non convsenzionali nel rispetto del decoro e della dignità della professione.”

L’Accordo Stato  Regioni del 7 febbraio 2013, nell’individuare i seguenti settori di attività:

AGOPUNTURA

FITOTERAPIA

OMEOPATIA

OMOTOSSICOLOGIA

ANTROPOSOFIA

ha fissato dei criteri certi ed omogenei, a tutela della salute dei cittadini,  necessari per valutare la qualità della formazione e dell’esercizio affidandone l’incarico agli Ordini. Questi hanno il compito di istituire degli elenchi di professionisti dei vari settori dopo avere valutato positivamente i requisiti posseduti.

La commissione istituita presso l’Ordine di Latina ha accolto, tra le numerose richieste finora pervenute, l’iscrizione in tali elenchi di 55 professionisti i cui nominativi sono consultabili sul sito www.cercamedicodentista.it in una apposita sezione situata a destra della home page denominata “medicine non convenzionali”.

Non è escluso che altri iscritti possano possedere i requisiti di qualità previsti dall’Accordo Stato – Regioni  ma che non abbiano ritenuto rivolgersi ancora all’Ordine professionale.

Il Presidente

Giovanni Maria Righetti

 

Print Friendly
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Pubblicato in: News
665 visualizzazioni

Lascia un commento

*