12 giugno 2019 Leggi di più →

In arrivo circolare Miur-Salute per post laurea Medicina (da Ordine Medici Roma dell’11 giugno 2019)

“Io e il ministro Bussetti riteniamo positivo l’esito dell’incontro. In particolare, abbiamo trovato un’intesa su tre dei quattro punti presentati dalla Crui: ossia che le strutture presso le quali potra’ lavorare lo specializzando che accedera’ al concorso saranno tutte strutture pedissequamente indicate nella rete formativa; il secondo punto e’ che il progetto formativo restera’ sempre sotto l’egida del Consiglio della Scuola di Specializzazione”. Lo ha detto la ministra della Salute, Giulia Grillo, al termine dell’incontro al Miur con il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, e i rappresentanti di Cun, Crui, Conferenza dei presidi di Medicina, Intercollegio di area medica per fare un punto sui provvedimenti in approvazione alle Camere che coinvolgono il percorso formativo nelle scuole di specializzazione mediche e sul Dl Calabria.

“Infine- ha aggiunto Grillo- abbiamo convenuto che il contratto annuale presso le strutture sia computato all’interno del periodo complessivo di 18 mesi di formazione da svolgersi nelle strutture esterne alla scuola. Tali punti verranno esplicitati in una circolare a cui inizieremo a lavorare insieme al Miur, al Crui, alla Cun. I punti politici su cui rimane una divergenza, ma mi faccio promotrice di incontri con altre parti, ovvero Regioni e sindacati, sono quelle della possibilita’ di accedere ai concorsi anche nel penultimo anno nelle scuole di 5 anni e il tempo parziale, su questo punto rimane una divergenza che vedremo di affrontare successivamente”.

GAUDIO: PROFICUO INCONTRO AL MIUR – - “L’incontro e’ stato proficuo. È emersa la volonta’ del Governo di mantenere le scuole di specializzazione all’interno del sistema di formazione universitaria del nostro Paese e di avere la massima garanzia di qualita’ della formazione degli specializzandi”. Cosi’ il responsabile del settore Medicina della Crui e rettore della Sapienza di Roma, Eugenio Gaudio, al termine dell’incontro.

“Il secondo punto importante- ha aggiunto Gaudio- e’ che lo specializzando venga governato dal Consiglio della scuola, in modo che si raggiungano quegli standard formativi indispensabili per l’accreditamento europeo dei nostri titoli. Di tutti i punti che abbiamo sollevato, tre sono stati condivisi e verranno esplicitati in una circolare di applicazione del decreto. Su due punti – e cioe’ il tempo parziale che puo’ portare a un’allungamento degli anni per concepire la specializzazione e sulla possibilita’ di utilizzare anche al penultimo anno per le scuole di 5 anni – restano le nostre perplessita’, nell’interesse dello specializzando perche’ si diplomi in tempo. Su questo il Governo e il ministro Grillo ci hanno assicurato che saranno oggetto di ulteriore incontri per raggiungere un punto di accordo comune”.

Print Friendly
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Pubblicato in: News
46 visualizzazioni

Lascia un commento

*