11 gennaio 2018 Leggi di più →

Il cumulo si avvicina (da ENPAM del 10 gennaio 2018)

Inizia a prendere forma il regolamento attuativo della legge sul cumulo contributivo che permetterà finalmente alle Casse di dare seguito alle istanze già inviate dai propri iscritti per accedere alla misura. Dopo la riunione tecnica che si è tenuta ieri a Roma, l’Inps e le Casse hanno deciso di incontrarsi nuovamente il prossimo 23 gennaio per dare tempo all’istituto pubblico di mettere su carta le osservazioni espresse a partire dalla bozza presentata dall’Adepp.

Il tema al centro della discussione riguarda le modalità con cui dovrà essere realizzato lo scambio telematico dei dati, per permettere alla Cassa del professionista che presenta domanda di cumulo di verificare la storia contributiva nel periodo che riguarda i suoi versamenti all’Inps.

In questo modo la Cassa avrà a disposizione gli elementi indispensabili per istruire la pratica, e avviare la procedura che consentirà all’iscritto di ricevere la quota di pensione spettante una volta raggiunti i requisiti dell’Inps. L’assegno si completerà con la quota relativa ai contributi versati alla propria Cassa una volta raggiunti anche i requisiti definiti da quest’ultima.

Si avvia così a conclusione un percorso la cui soluzione è stata più volte sollecitata dall’Adepp.

La legge che ha previsto il cumulo è entrata in vigore nel gennaio 2017. Ci sono poi voluti dieci mesi prima che il ministero del Lavoro desse il via libera alla circolare dell’Inps (9 ottobre), e un ulteriore mese (8 novembre) perché l’istituto previdenziale pubblico trasmettesse una prima bozza di convenzione alle Casse Adepp. Da parte loro, le Casse hanno risposto dopo due settimane (24 novembre), per poi dovere attendere altri 45 giorni (9 gennaio 2018) prima di avere un incontro con i rappresentanti dell’Inps.

“Le Casse non hanno mai smesso, in questi lunghi mesi, di sollecitare soluzioni a breve tempo affinché gli iscritti potessero avere risposte e indicazioni per esercitare il proprio diritto di cumulare i periodi assicurativi maturati – ha detto il presidente di Adepp, Alberto Oliveti -. Le singole Casse nel frattempo hanno già accettato le domande e attendono la firma della convenzione e l’accesso ai sistemi informatici dell’Inps per potere gestire le domande finora pervenute”.

data pubblicazione : 10/01/2018
Print Friendly
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Pubblicato in: News, Previdenza Fisco
319 visualizzazioni

Lascia un commento

*