3 novembre 2016 Leggi di più →

ECM 2014 -2016 – ESONERI E ESENZIONI – interessa in particolare gli iscritti under 40

Molti giovani Colleghi rischiano di non soddisfare l’obbligo formativo per il triennnio 2014 – 2016 in quanto non hanno ancora autocertificato i periodi di esonero (specializzazione in primis) oppure di esenzione (ad esempio periodo di gravidanza) maturati per tale triennio. L’Ordine di Latina, nell’intento di ridurre l’onere burocratico e rendere più veloce la registrazione di tali periodi presso il Co.Ge.A.P.S., invita i colleghi ad inviare il modulo di autocertificazione compilato all’Ordine il quale a sua volta trasmetterà i dati validati alla banca dati Co.Ge.A.P.S. riducendo così il periodo di tempo necessario per la registrazione. Infatti, a distanza di circa 20 giorni dalla trasmissione dei dati, l’iscritto, interrogando il Co.Ge.A.P.S., potrà trovare registrati nella propria scheda i periodi di esonero e/o di esenzione che contribuiranno a ridurre il numero di crediti ECM necessari per soddisfare l’obbligo formativo.

Qualora, dopo avere letto le informazioni qui riportate, sia necessario avere ulteriori chiarimenti, si consiglia di contattare direttamente il Presidente dell’Ordine Giovanni Maria Righetti al n. 800 90 17 15.

MODALITA’ DI REGISTRAZIONE PRESSO IL Co.Ge.A.P.S.

Il percorso per accedere al Co.Ge.A.P.S. (Consorzio Gestione Anagrafica delle Professioni Sanitarie) è:

http://application.cogeaps.it/cogeaps/login.ot

Se il professionista non è ancora registrato, si clicca in fondo al box “Sei un professionista della salute? Registrati”.

Scegliere l’opzione che rispecchia la situazione del professionista: nel nostro caso “iscritto all’Ordine”.

A questo punto, nella schermata che compare, occorre compilare i campi richiesti per registrarsi.

ESONERI

Modello per la autocertificazione dell’esonero : autocertificazione-esonero

Guida agli esoneri : guida-allesonero

ESENZIONI

Modello per la autocertificazione dell’esenzione : autocertificazione-esenzione-ecm

Guida alle esenzioni : guida-allesenzione

Le guide sono state elaborate dall’Ordine dei Medici di Alessandria.

                                                                   OBBLIGATORIETA’ DELL’ECM
Fatti salvi i casi di esonero o di esenzione sopra ricordati, ogni medico e odontoiatra iscritto all’Albo è tenuto ad essere in regola con i crediti ECM, indipendentemente dal settore di attività.
Tuttavia, allo stato attuale, non sono previste sanzioni specifiche per il medico che non abbia conseguito il numero di crediti ECM necessario. Per cui c’è chi dice che l’obbligo ECM sia più morale che sostanziale.
Però bisogna prestare attenzione alle dinamiche del mondo del lavoro.
Per esempio, un medico che non fosse in regola con i crediti ECM avrebbe grosse difficoltà a lavorare, sia come dipendente che come libero professionista, presso strutture sanitarie private o per il volontariato sociale perché sempre più spesso tali strutture richiedono al medico di dimostrare la propria regolarità ECM. Oppure, recentemente, alcuni Enti Pubblici come l’INAIL, prima di conferire un incarico libero professionale ad un medico, pretendono che costui dimostri la propria regolarità ECM, altrimenti si perde il diritto all’incarico.
Infine non bisogna sottovalutare nemmeno il versante legale e assicurativo.
Nel caso in cui un medico cagioni un danno ad un paziente e sia chiamato a risarcirlo, l’eventuale irregolarità ECM potrebbe “pesare” in termini di quantificazione della colpa professionale, col rischio che l’assicurazione si “chiami fuori” proprio per questo motivo.
In conclusione, al di là dell’esistenza o meno di specifiche sanzioni, ogni medico e odontoiatra dovrebbe mantenersi in regola con l’obbligo ECM, sia per non perdere occasioni di lavoro, sia per non subire contestazioni di tipo legale o assicurativo.

Print Friendly
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Pubblicato in: ECM, News
1.672 visualizzazioni

Lascia un commento

*